Il GAL finanzia i Comuni per tessere una rete di itinerari naturalistici ed enogastronomici

Con il finanziamento degli itinerari naturalistici ed enogastronomici il GAL intende costruire una importante e fondamentale infrastruttura per qualificare ed ampliare l’ospitalità e la fruizione di un territorio che vuole affermarsi come destinazione turistica d’eccellenza.
Sono stati infatti notificati dal presidente Cosimo Durante i provvedimenti di concessione degli aiuti ai Sindaci dei comuni di Campi Salentina, Carmiano, Copertino, Guagnano, Leverano, Porto Cesareo, Salice Salentino e Veglie, per un importo complessivo di euro 1.165.000, nell’ambito della Misura 313 “Incentivazione di attività turistiche”, Azione 1Creazione di itinerari naturalistici ed enogastronomici.
Sovrani si impongono i Prodotti tipici della Terra d’Arneo e delle specificità di ogni singola municipalità in tutti i luoghi che saranno recuperati grazie alle risorse erogate dal GAL per questi progetti. Sale di degustazione ed esposizioni, arricchite dagli scenari più singolari, dall’Antiquarium di Campi Salentina nella Casa Calabrese Prato, alla suggestiva vista dei complessi masserizi che si potrà osservare dalla Torre dell’Orologio di Veglie e nella Chiesa di Santo Stefano, sino a raggiungere Torre Lapillo per introdursi attraverso tecnologie innovative nella natura incontaminata delle bellezze marine di Porto Cesareo; poi dalla finestra su Piazza Roma di Leverano, dove si trova la casa degli ex-combattenti, passando per il Convento delle Clarisse a Copertino e il complesso polifunzionale di Salice Salentino e proseguendo ancora per l’antica dimora situata nella corte dei Graziani nel centro storico di Carmiano, sino a giungere nel caratteristico palmento che ospita il Museo del Negroamaro a Guagnano, sarà un fiorire di vetrine dedicate alle tipicità e di itinerari del gusto, dove i percorsi enogastronomici si connetteranno alla cultura dei luoghi, alle arti e ai saperi delle genti della Terra d’Arneo.cosimo-durante3
A tal proposito il Presidente COSIMO DURANTE ha dichiarato “Un traguardo questo, raggiunto a seguito di una intensa e armoniosa attività di concertazione nella quale ogni energia profusa ha cercato di coniugare le idee e i progetti di ogni singolo comune con una visione più complessiva del territorio e della sua organizzazione turistica di cui il GAL è regista e attore primario. L’ascolto dei sindaci, il supporto tecnico e la condivisione delle progettualità hanno consentito di mettere in campo tutte le sinergie utili e necessarie che favoriranno la successiva attività del GAL finalizzata alla messa in rete di tutti luoghi culturali e naturali, per dare alla Terra d’Arneo quella dimensione unitaria tanto auspicata. Rimangono infine due tappe da percorrere, ossia includere nel sistema degli itinerari il comune di Nardò, con il quale vi sono rapporti strettissimi, in merito ai progetti da presentare su questo bando riaperto di recente, e finanziare prossimamente gli Ambiti Territoriali per arricchire la dotazione di servizi dei Piani Sociali di Zona”.
Condividi su:
0 Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *