Pesca: in arrivo i finanziamenti del GAL Terra d’Arneo

Imprenditori ittici e Comuni rivieraschi i primi beneficiari degli Interventi

Sono oltre un milione di euro i contributi a valere sul FEAMP (Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca) che il GAL destinerà alle aree costiere e alle attività di pesca operanti all’interno del suo comprensorio che, per il settore ittico, interessa i Comuni di Galatone, Gallipoli, Nardò e Porto Cesareo.

Una parte dei fondi comunitari è destinata agli enti locali che, con l’intervento 1.5 “Sostenibilità dalla terra al mare”, avranno la possibilità di riqualificare il territorio ed attivare i servizi necessari ad accrescere la competitività del settore pesca. Protagonisti restano gli imprenditori ittici organizzati in micro, piccole e medie imprese o cooperative di pesca, ai quali è riservato l’accesso all’intervento 3.3 “Nuove rotte” finalizzato a sostenere la diversificazione dell’attività di pesca professionale ed aumentare la redditività e la sostenibilità delle imprese ittiche.

Il bando integrale, pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. n. 18 del 14-02-2019 , con relativa documentazione per presentare la candidatura, è consultabile sul sito web del GAL Terra d’Arneo (www.terradarneo.it) nella sezione Bandi e Avvisi.

È inoltre attivo presso la sede del GAL Terra d’Arneo, in via Mameli 9 a Veglie (Le), lo sportello informativo dove, previo appuntamento, è possibile approfondire le opportunità di finanziamento a disposizione degli imprenditori e delle cooperative di pesca.

 

In coerenza con gli obiettivi della nostra Strategia di Sviluppo Locale, gli interventi messi a bando agevoleranno processi di accorciamento delle filiere, tracciabilità e qualità dei prodotti locali oltre che attività di promozione delle tipicità – afferma Cosimo Durante, Presidente del GAL. Ci aspettiamo pertanto, un vivo interesse da parte dei nostri imprenditori ittici chiamati ad integrare e diversificare la loro attività, arricchire e valorizzare l’offerta di servizi e prodotti trasformati localmente. Resta fermo il nostro impegno – continua Durante, ad integrare l’offerta dell’entroterra con quella costiera attivando a breve altri bandi a favore delle imprese rurali e azioni di sistema coordinate dallo stesso GAL per una crescita equilibrata di tutto il comprensorio”.

Intervento 3.3. Nuove rotte

Quali attività si possono realizzare

L’intervento prevede il sostegno ad attività di diversificazione, valorizzazione, commercializzazione e promozione dei prodotti del mare; vendita diretta; piccola trasformazione; servizi di gastronomia e degustazione dei prodotti ittici integrati con i prodotti tipici della terra; servizi ambientali e educativi connessi al settore della pesca ai prodotti del mare.

Sono ammissibili interventi strutturali, acquisto di attrezzature funzionali all’attività, piani di comunicazione e costi per le spese generali.

Dove deve essere localizzata l’impresa

L’imprenditore ittico deve avere sede legale o operativa nel territorio eleggibile FEAMP del GAL Terra d’Arneo (Galatone, Gallipoli, Nardo e Porto Cesareo).

A quanto ammonta il contributo

L’investimento massimo ammissibile è pari a € 150.000,00 (euro centocinquantamila/00) con contributo puri al 50% delle spese ammesse.

Tempistiche

Per la partecipazione è necessario presentare la domanda di sostegno entro 60 giorni dalla pubblicazione dell’Avviso sul BURP regionale.

Per l’erogazione del contributo ci sarà un anticipo pari al 50% dell’aiuto pubblico richiesto e successivi acconti su rendicontazione delle spese effettuate fino al 90% del contributo concesso. Il rimanente saldo sarà erogato a conclusione del progetto.

 

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *