Il GAL Terra d’Arneo visita la sede del World Food Programme (WFP)

È stata una mattinata speciale, accompagnata dal sole e segnata da intense emozioni e voglia di conoscere da vicino i luoghi e i protagonisti della lotta contro la fame nel mondo, quella vissuta dal GAL Terra d’Arneo, che il 22 febbraio scorso ha visitato, presso l’Aeroporto Militare “Pierozzi” di Brindisi, la sede operativa del Comitato Italiano WFP (World Food Programme – Programma Alimentare Mondiale), la più grande organizzazione umanitaria al mondo, braccio operativo delle Nazioni Unite che raggiunge ogni anno una media di 90 milioni di persone, in oltre 80 paesi. La delegazione del GAL, composta da circa 40 persone e guidata dal Presidente Cosimo Durante, oltre ai consiglieri del CdA, allo staff tecnico e ad alcune aziende socie, ha visto autorevoli e qualificate presenze del comprensorio dell’Arneo e dintorni, tra le quali: una folta rappresentanza di amministratori delle Municipalità di Veglie, Leverano, Campi Salentina, Guagnano e Galatina, associazioni del mondo agricolo e del lavoro, alcune associazioni di promozione sociale, rappresentanti scolastici, giornalisti ed esperti di cooperazione internazionale. Una tappa importante nella realizzazione delle attività e delle iniziative di promozione, diffusione e sostegno alla campagna contro la fame nel mondo previste nel Protocollo d’Intesa con il Comitato Italiano del World Food Programme siglato il 18 dicembre scorso.

visita-alla-sede-WFP

Il servizio su tale incontro andrà in onda domenica 27 febbraio su Sky canale 849, alle 22.30 e su Tele Puglia alle ore 22.00 e, all’interno di Agri7, su Telenorba 7, alle ore 12.00, su Telenorba 8, alle ore 13.00.

I momenti salienti di tale incontro, condotti da Stefano Peveri, Manager della Base, e da Vincenzo Pirato, Presidente del Comitato Italiano WFP – Regione Puglia, hanno riguardato dapprima l’illustrazione dell’organizzazione del WFP, delle sue modalità di intervento e delle attività svolte nel mondo in aiuto delle popolazioni colpite da catastrofi umanitarie e successivamente la visita sia ai luoghi in cui sono stipati e da dove partono gli aiuti umanitari (cibo, medicinali, mezzi e attrezzature di soccorso, ecc.) provenienti dai paesi donatori, sia all’officina in cui vengono preparati e mantenuti i mezzi per le missioni. Tra le informazioni, i dati e i contenuti espressi, merita una seria e attenta riflessione, e soprattutto un concreto impegno a suo favore, il programma “cibo per la mente”, destinato all’educazione dei bambini attraverso la distribuzione di pasti scolastici e, in molti casi, di razioni alimentari da portare a casa e dividere con le famiglie. Si stima che un pasto costa circa 20 centesimi e che sostenere a scuola un bambino per un anno costa in media 35 euro. Dopo aver donato per l’occasione la targa del GAL ai referenti WFP il Presidente Durante ha affermato “Siamo impegnati nelle attività di sensibilizzazione delle aziende del comprensorio affinché si possano dare risultati concreti in termini di sostegno economico al programma ‘Aggiungi un pasto a tavola’. Occorre rallentare i ritmi frenetici della vita per fermarsi a riflettere sui drammi dell’umanità, come la fame nel mondo, e sull’impegno che ognuno di noi può esprimere per attenuarne le conseguenze”.

Condividi su:
0 Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *