Pesca sostenibile nelle Aree Marine Protette – Un seminario a Porto Cesareo i prossimi 5 e 6 ottobre

Opportunità di sviluppo e valorizzazione del territorio

Il GAL Terra d’Arneo partner di Federparchi Italia e del Coordinamento Nazionale Pesca dell’Alleanza delle Cooperative Italiane, unitamente promuovono un Seminario dal titolo “La pesca sostenibile nelle Aree Marine Protette: opportunità di sviluppo per la pesca professionale e valorizzazione del
territorio”.

La Terra d’Arneo diventa testimone privilegiato dell’avvio di un confronto permanente nazionale sul ruolo delle Aree Marine Protette (AMP) nella difesa e valorizzazione dell’ambiente marino e sull’impatto di quest’azione sulle attività di pesca, alla luce soprattutto del nuovo quadro normativo, che, senza dubbio, favorisce modelli di gestione innovativi capaci di creare un equilibrio sostenibile tra difesa e valorizzazione dell’ambiente marino, salvaguardia e sviluppo della pesca professionale.

Argomento di confronto sarà anche il ruolo dei FLAG, ovvero i GAL che gestiscono le politiche di sviluppo nelle zone di pesca, come nel nostro caso, dove il necessario connubio tra tutela delle risorse e supporto all’economia locale crea l’esigenza di avere un dialogo continuo con istituzioni e cooperative della pesca – afferma il Presidente del GAL Terra d’Arneo. È nostro compito farci garanti della costruzione di un progetto comune che tenga assieme tutte le parti interessate nell’attuazione di politiche di sviluppo di tipo partecipativo e nell’avvio di modelli di co-gestione locale. Nel nostro caso, inoltre – continua Cosimo Durante – è necessario lavorare per la massima integrazione delle risorse della terra e del mare, incentivando la diversificazione delle attività di pesca e raggiungendo in questo modo l’obiettivo di uno sviluppo locale sostenibile così come ribadito all’interno del nostro Piano di Azione Locale 2014/2020 ”.

Ai lavori parteciperanno attivamente, attraverso qualificati contributi, i rappresentanti delle Istituzioni nazionali, Amministratori, tecnici e operatori del settore provenienti da tutte le parti d’Italia.

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *