GAL Terra d’Arneo con il progetto IDEAS per promuovere il turismo scolastico in Puglia

IDEASUn weekend per conoscere il territorio salentino e presentarlo a dirigenti scolastici e docenti degli istituti lucani, per incentivare il turismo scolastico. È questa una delle attività previste nell’ambito del Progetto di cooperazione IDEAS – “Innovation and Development for Environment And Sustainability” – e che il GAL Terra d’Arneo svolgerà nel fine settimana in corso, da venerdì 27 a domenica 29 novembre. L’educational didattico coinvolge i territori dei tre GAL partner pugliesi, Terra d’Arneo, Serre Salentine e Capo S. Maria di Leuca, al fine di presentare l’offerta ambientale e culturale presso gli istituti scolastici della Basilicata. Gli ospiti, dopo aver ricevuto i saluti del Presidente del GAL Terra d’Arneo, dott. Cosimo Durante, e del Direttore, dott. Giosuè Olla Atzeni, inizieranno la visita conoscendo alcuni dei luoghi simbolo di Terra d’Arneo: la Cripta ipogea Madonna della Favana, collocata all’interno del complesso dei frati minori conventuali e il frantoio ipogeo, testimone della lunga attività produttiva a vocazione rurale. L’attenzione si sposta poi verso la costa jonica della penisola salentina, custode di un prezioso patrimonio ambientale che si dipana tra il Parco Regionale Naturale di Porto Selvaggio e Palude del Capitano e i numerosi poli museali di qualità. Prevista la visita al Museo di Biologia Marina “Pietro Parenzan” di Porto Cesareo, al Castello Angioino e Museo Civico “E. Barba” di Gallipoli ed, infine, tappa ai recenti Museo Acquario del Salento in Santa Maria al Bagno e alla Torre di Santa Caterina. L’educational si concluderà domenica con la visita alla Masseria didattica di Casa Porcara con annesso Museo della storia e del paesaggio di Terra d’Arneo.

Il Progetto di cooperazione interterritoriale IDEAS coinvolge sei Gruppi di Azione Locale (GAL), tre di Puglia: Terra d’Arneo, Serre Salentine e Capo S. Maria di Leuca, e tre di Basilicata: Cosvel, Bradanica e Le Macine. Obiettivo è intercettare nuovi segmenti di mercato, definire percorsi e porre l’attenzione verso target specifici, coinvolgendo il mondo della scuola con attività di comunicazione e marketing, dell’esperienza e della conoscenza.

L’intento è stato di far conoscere la storia e la cultura locale dei sei territori interessati al progetto, integrando nuovi percorsi ed attività in grado di suscitare interesse verso il target giovane e dinamico, quale quello delle scuole – dichiara il Presidente Cosimo Durante. “Non è questa l’unica attività intrapresa dal GAL Terra d’Arneo nell’ambito di questo progetto particolarmente interessante per la formazione e la divulgazione di informazioni di carattere culturale ed ambientale. Tra le nostre attività ricordo la realizzazione, in fase di ultimazione, di un Centro di Educazione ed Ambientale di Terra d’Arneo che verrà ospitato nei locali della Biblioteca comunale di Veglie. Il Centro nasce per rinsaldare il legame tra costa ed entroterra e mostrare un sistema integrato di risorse ambientali che sia esplicativo della complessità e della ricchezza del nostro territorio”.

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *