Cooperazione e internazionalizzazione: un coordinamento dei GAL salentini presso la provincia

La Giunta Regionale, nell’ambito del Piano di Sviluppo Rurale della Puglia 2007/2013, ha approvato alla fine del maggio scorso tutti i Piani di Sviluppo Locale (PSL) dell’Asse IV LEADER presentati dai sei GAL Salentini. Un fatto politico importante e una straordinaria opportunità di sviluppo che sollecita i territori, le istituzioni comunali e quella provinciale, la Camera di Commercio ed ogni altro soggetto pubblico e privato, a svolgere una puntuale attività di ricognizione dei Piani e una programmazione nella spesa, attraverso una sinergica collaborazione interistituzionale, affinché le misure, le azioni e gli investimenti possano produrre effetti moltiplicatori per le comunità locali salentine.

Si fa riferimento, nello specifico, ad alcune azioni previste in tutti piani di sviluppo che riguardano la cooperazione interterritoriale, transnazionale, che unitamente alle azioni di promozione, forniscono una quadro di attività volte alla internazionalizzazione dei territori LEADER e quindi del Salento nella sua interezza. “Proprio in questo ambito sarebbe opportuno intraprendere un’attività di coordinamento dei GAL presso la Provincia di Lecce, affinché si possa discutere e approfondire nel merito delle azioni condivise nel campo della cooperazione, promozione e internazionalizzazione per raggiungere obiettivi di maggiore sviluppo e traguardi ambiziosi di una più forte coesione locale. Manifestiamo ampia disponibilità e collaborazione a lavorare attivamente per la creazione di un tavolo di concertazione”, tanto ha affermato il Presidente Cosimo Durante, dopo aver inviato una nota al presidente della provincia di Lecce, Antonio Gabellone e al presidente della camera di commercio, Alfredo Prete, a seguito del mandato ricevuto dal Consiglio di Amministrazione del GAL.

Condividi su:
0 Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *