full
color
#666666
http://www.terradarneo.it/wp-content/themes/smartbox-installable/
http://www.terradarneo.it/
#709c3e
style4
Gruppo d’Azione Locale Terra d’Arneo

Cantar per terre: tessitura di voci e canti delle donne d’Arneo

Data: 29/09/2013
Cantar per terre è il primo evento di teatro canto in Terra d’Arneo che conclude la prima fase del progetto partecipato di teatro e comunità Fimmine Fimmine, canti memorie e storie delle donne dell’ Arneo. Lo spettacolo, ideato da Caterina Pontrandolfo, attrice, autrice, regista, cantante e ricercatrice lucana, in collaborazione con Assunta Zecca, operatrice culturale salentina, la scrittrice marchigiana Maira Marzioni e la fotografa Pina Muci, andrà in scena Domenica 29 Settembre alle ore 17.30 nella suggestiva location di Casa Porcara(Veglie). Il progetto, condotto nell’ estate 2013 tra i Comuni dell’Arneo, intende raccoglie la memoria delle donne in un vero e proprio studio che prevede, oltre alla ricerca etnografica sul campo, laboratori di teatro e canto, eventi spettacolari, scrittura per e con le donne d’Arneo e la pubblicazione di un libro a testimonianza l’intero percorso.
ll tempo trascorso con alcune anziane (persino centenarie) per raccoglierne le biografie, i canti, i racconti, hanno aperto il vasto mondo femminile e reso fortemente consapevoli del ruolo straordinario che le donne hanno avuto nell’ economia rurale del secolo scorso in questo lembo del Salento. La tessitura, la cura familiare, il lavoro nei campi lungo l’intero ciclo stagionale e nei magazzini di tabacco dall’ alba al tramonto, la casa, la cucina: ci siamo avviate lungo i sentieri delle storie nascoste di queste donne affidate al soffio della melodia. Il canto, infatti, ha dato il ritmo a queste vite difficilissime, le ha tenute insieme e le ha, in fin dei conti, salvate. Un vaso di Pandora, un canzoniere ricchissimo fatto di stornelli a dispetto e canti d’amore, ballate dai testi struggenti, canti narrativi e serenate, canti a “paravoce”: una terra attraversata dalla melodia, oltre che dagli ormai celebri ritmi pizzicati. Il rimpianto di tutte: “ora non si canta più, ognuna sta per conto suo”, denunciando l’assenza di occasioni e luoghi d’incontro per le donne nei nostri paesi.
Tutto questo è divenuto Cantar per terre: drammaturgia canora, canzoniere teatrale. In scena sei artiste girovaghe (Caterina Pontrandolfo, Assunta Zecca, Maira Marzioni, Elisa Murrone, Alice Rolli, Benedetta Siciliano) che vanno di terra in terra, di paese in paese con la vocazione di trattenere la memoria antica, farla propria. Testimoniano che le melodie non hanno confini, viaggiano insieme ai popoli, ai ricami, ai cibi. Per questo motivo oltre ai canti raccolti, lo spettacolo è fatto di altri suoni, altri canti, perché: “i canti non sono di nessuno e sono di tutti” come ci hanno detto in uno dei nostri primi incontri le Sorelle Gaballo, le cantore di Nardò, che saranno in scena durante lo spettacolo. Una tessitura di voci, narrazioni e canti dunque attraversa la scena che è paesaggio d’Arneo.
Lo spettacolo inizia alle ore 17.30 e la partecipazione è gratuita.

Dove si svolge:

Casa Porcara, Veglie
Sto caricando la mappa ....
Condividi su:
default
Loading posts...
link_magnifier
#3b3b3b
off
fadeInDown
loading
#3b3b3b
off