full
color
#666666
http://www.terradarneo.it/wp-content/themes/smartbox-installable/
http://www.terradarneo.it/
#709c3e
style4
Gruppo d’Azione Locale Terra d’Arneo

Itinerari teatrali in Terra d’Arneo: al via la rassegna La Terra dei Teatri

Data: 11/05/2013 - 31/05/2013

Ricca di appuntamenti è la rassegna ‘La terra dei teatri‘ organizzata da Astragali Teatro in collaborazione con il GAL Terra d’Arneo. Si comincia sabato 11 maggio alle ore 21 con Antigone del Teatro Le Forche che sarà presentato a Carmiano presso Tenuta Vèrola (prov. Villa Convento-Carmiano). Il testo di riferimento da cui prende le mosse lo spettacolo delle Forche è la riscrittura che Brecht fa dell’Antigone di Sofocle.

La morte di Polinice, fratello di Antigone, non avviene per la contesa del trono di Tebe, ma per un atto d’insubordinazione verso il tiranno Creonte: la diserzione. Entrambi i fratelli, Eteocle e Polinice, muoiono in guerra: il primo a causa del nemico e il secondo per mano di Creonte che punisce esemplarmente il suo atto di viltà. In uno spazio neutro, in cui sole campeggiano distorte immagini di guerra e di morte, si avvicendano i personaggi, prima tra tutti Antigone, che informa sua sorella Ismene della decisione di violare l’editto emanato da Creonte e quindi di seppellire il fratello Polinice.

Successivamente si assiste al suo arresto e allo scontro dialettico tra lei – che difende il diritto di scelta, di libertà e di opposizione al regime – e Creonte, che difende l’idea di uno Stato forte e autoritario, in cui le leggi vanno fatte rispettare anche con la violenza. Il dramma si conclude con la distruzione della città di Tebe e con la morte di Antigone. Quello che emerge è la funzione della violenza al momento del crollo dell’autorità dello Stato. Che ruolo assumerà lo scontro dialettico tra il diritto di Antigone e quello di Creonte, tra l’etica dell’usanza e la legge della città, in uno scenario dominato dal nuovo diritto creato e imposto dalla guerra? Il Teatro Le Forche nasce a Massafra nel 1994 e prende il nome da un antico rione della città. A firmare la regia dello spettacolo Antigone è Carlo Formigoni. In scena, Ermelinda Nasuto, Giancarlo Luce, Cilla Palazzo, Carlo Formigoni, Silvio Gioia, Espedito Chionna, Giuseppe Ciciriello e Filippo Carrozzo.Secondo appuntamento di questo itinerario teatrale in Terra d’Arneo è lo spettacolo di teatro-danza Studi d’estasi della compagnia ResExtensa, domenica 12 maggio a Veglie presso Casa Porcara alle ore 21. Studi d’Estasi è un progetto di ricerca, un incontro nella terra di mezzo tra danza e teatro, che affonda nella necessità umana di trovare spiegazione e giustificazione al mistero della vita e della morte, alla passione della carne e quella dello spirito.Le parole intense ed uniche di Giovanni Testori, si uniscono alla danza e al canto di ResExtensa. Il punto di partenza comune è lo studio di quadri, sculture e trattati del Rinascimento e primo Barocco italiano, vibranti, pregni di questa domanda, estremamente contemporanei nella loro passionalità, bellezza e brutalità, per arrivare ad un gesto, un suono, un movimento che possano toccare e coinvolgere, nel quale ci si possa riconoscere e rispecchiare. Studi d’Estasi: due figure di donne, in amori intensi, impossibili: la Maddalena ed Erodiade. Collegate a due delle figure più influenti della civiltà moderna: Gesù Cristo e San Giovanni Battista (Jokanaan). La visione di ResExtensa coincide con l’interpretazione di Testori e di tanti artisti del passato, che unisce le due donne agli uomini in relazioni di profondo amore e passione. Che questa passione sia mai stata ‘consumata’ in maniera carnale non è dato a sapersi, ma l’emozione ed il tormento di cuore e anima sono quelli di amore intenso e sfida impossibile tra i bisogni della carne e i bisogni dell’anima. Studi D’estasi con ideazione e direzione di Elisa Barucchieri, Franz Catacchio, Anna Moscatelli, vede in scena Elisa Barucchieri, Anna Moscatelli, Anna Maria Stasi, Nicola Eboli. ResExtensa nasce sul territorio pugliese nel 2004.

La danza proposta da ResExtensa esula da schemi convenzionali e si caratterizza per la sua natura fortemente visiva e narrativa, includendo nella sua espressione la danza aerea e acrobatica, la cura particolare delle luci, le video proiezioni interattive e tridimensionali, la manipolazione del suono, la musica dal vivo, la parola e la poesia.

La Terra dei Teatri – itinerari teatrali in Terra d’Arneo prevede una rassegna di spettacoli e concerti fino al 31 maggio. L’iniziativa rientra nelle attività del progetto H.O.S.T (Hospitality Ospitality Society Theatre) cofinanziato dall’Unione Europea, nell’ambito del programma Cultura 2007-2013. Gli appuntenti coinvolgeranno alcune realtà produttive dell’Arneo proprio per evidenziare il ruolo forte e centrale della cultura e della pratica artistica nel costituire valore in funzione di una logica di sviluppo e di crescita che leghi l’identità della Terra d’Arneo a momenti spettacolari suggestivi che fanno riflettere sul filo conduttore di HOST, ovvero immigrazione e ospitalità.
La partecipazione agli eventi è gratuita. Scarica la locandina del Programma
Per info e prenotazioni: ASTRAGALI TEATRO – tel. 0832.306194 – 320 9168440

Dove si svolge:

Tenuta Vèrola, Carmiano
Sto caricando la mappa ....
Condividi su:
default
Loading posts...
link_magnifier
#3b3b3b
off
fadeInDown
loading
#3b3b3b
off