full
color
#666666
http://www.terradarneo.it/wp-content/themes/smartbox-installable/
http://www.terradarneo.it/
#709c3e
style4
Gruppo d’Azione Locale Terra d’Arneo

Storia e mission

Gruppo d'Azione Locale Terra d'Arneo

Storia del Territorio

L’Arneo, bubbone per Vittorio Bodini e Salvatore Paolo negli anni 50, giardino dello Ionio oggi. Abbandonata a se stessa, per anni saccheggiata dall’abusivismo edilizio, ai margini della penisola salentina, negli ultimi dieci anni questa porzione di territorio ha alzato la testa e, consapevole delle sue risorse e opportunità, si è posta come snodo importante per lo sviluppo economico rurale. E questo grazie, anche e soprattutto, ai due programmi Leader II e Leader+ gestiti e attuati dal GAL Terra d’Arneo.

Se l’espressione giardino dello Ionio attribuita all’Arneo appare una aspirazione e un sogno, più o meno retorici, la realtà è che, per le conoscenze approfondite, gli studi, le ricerche, le tesi di laurea e le pubblicazioni tanto numerose in questi ultimissimi anni, questa terra ha riscoperto la sua identità, sganciandola dalla pagina importante delle lotte contadine che l’avevano ingessata e mettendosi in cammino verso uno sviluppo capace di tenere insieme tradizione e innovazione.

Tra le iniziative comunitarie finanziate dall’Unione europea, Leader è stata quella caratterizzata dal maggior grado di originalità e innovazione nel suo modo concreto di agire nella programmazione e nella attuazione degli interventi di sviluppo.

L’analisi su cosa ha prodotto Leader in Terra d’Arneo non può ridursi solo alla ricerca sulla crescita delle variabili economiche del territorio. Un risultato essenziale di questa nostra esperienza, non quantificabile, riguarda la capacit������ che questo territorio ha avuto di leggersi e interpretarsi, di fare scelte condivise nel rispetto delle sue peculiarità, di trovare strategie e mettere insieme i vari elementi, pubblici e privati, in una logica di sviluppo. In altre parole questa esperienza è da considerare un investimento a rendere e, perciò, il suo contributo più efficace al territorio dell’Arneo non è rintracciabile in queste pagine perché è un contributo lento e verificabile solo nel medio-lungo periodo.

Con Leader+ il GAL Terra d’Arneo proseguiva la sua esperienza sul campo dopo il programma Leader II. Era certamente un vantaggio ma i risultati non erano scontati. Le difficoltà molte, i sacrifici enormi, la passione per portare a termine quest’esperienza tanta! Sarebbe ipocrita nascondere, per������, la soddisfazione di aver investito il 97% delle somme previste dal Piano di Sviluppo Locale e soprattutto aver visto crescere la capacità del GAL di coinvolgere i soggetti pubblici e gli operatori economici dei cinque comuni interessati nelle fasi di ideazione, programmazione e attuazione del PSL. Ai 50 soci della società, alcuni dei quali sono rimasti ai margini di questa esperienza anche perché non siamo stati capaci di coinvolgerli pienamente, allo staff, essenziale e appassionato, della struttura, ai tanti beneficiari, agli amministratori che hanno creduto in questo metodo e al Consiglio di amministrazione vanno ascritti i risultati e dedicate queste pagine.

Con la nuova programmazione 2007-2013 il GAL di Terra d’Arneo è chiamato a un ruolo a tutto tondo in merito ai processi di sviluppo territoriale. Da esperienza-pilota a esperienza-lievito. Eppure, diversi fattori mettono in risalto la preoccupazione che il prossimo Leader non sia più né una cosa n���� l’altra. Da chi ha vissuto, in autonomia e senso critico, questi dieci anni di Leader, parte un auspicio: il riconoscimento di maggiori risorse finanziarie ai prossimi GAL non sia la carota per trasformare il GAL solo in uno sportello amministrativo-burocratico della Regione, senz’anima innovativa e senza corpo legato alla nostra Terra d’Arneo, come invece il GAL di Terra d’Arneo vuole continuare a essere.

La Mission

Impresa-e-innovazione-in-Terra-d’Arneo

Una nuova sfida per guardare lontano

Il GAL ���������Terra d’Arneo”, forte della positiva esperienza maturata e dei risultati conseguiti con l�����attuazione dei programmi comunitari LEADER II e LEADER+, avvia la fase di attuazione del Piano di Sviluppo Locale “Impresa e innovazione in Terra d’Arneo” che punta a sostenere un processo di sviluppo del territorio, attraverso il rafforzamento del tessuto agricolo e della micro-impresa.

Il Piano di Sviluppo Locale, approvato nell’ambito dell’Asse IV “Leader” del PSR Puglia 2007/2013, prevede una serie di azioni finalizzate alla diversificazione per l’azienda agricola, al sostegno della piccola impresa, all’incentivazione di attività di turismo rurale e alla valorizzazione delle risorse della natura, della cultura, della tipicità e della tradizione della Terra d’Arneo.

Sono previsti a tale scopo interventi strutturali e investimenti immateriali a sostegno delle imprese e degli enti locali, che riguarderanno l���agriturismo e il turismo rurale, il patrimonio culturale e naturale, i servizi sociali, sanitari e per il tempo libero, l’artigianato e il commercio.

Il GAL “Terra d���Arneo��� si propone quindi di avviare un nuovo ciclo virtuoso, agendo come un“laboratorio avanzato” per lo sviluppo rurale capace di sostenere tutte le ambizioni di un territorio che ha gi�� intrapreso un percorso di crescita basata sulla valorizzazione delle risorse locali.

vigna

Un’Agenzia di Sviluppo al servizio del territorio

Il GAL “Terra d���Arneo” nasce nel 1997 dall���iniziativa di alcune Amministrazioni Comunali che, insieme ad un piccolo gruppo di aziende, decidono di provare ad avviare un processo di sviluppo dell’area, partendo dalla consapevolezza del valore delle proprie risorse.

Oggi, dopo una lunga stagione di operatività e protagonismo nel territorio e nelle comunità locali, costellata di risultati positivi da tutti riconosciuti, il GAL “Terra d’Arneo” si propone come un’Agenzia di sviluppo al servizio del territorio, punto di riferimento per le imprese e le municipalità, per individuare un percorso di crescita condivisa, che, valorizzando le risorse locali, possa creare maggiore competitivit������������, sviluppo sostenibile e nuova occupazione.

Questa mission rappresenta, senza dubbio, il completamento di un persorso di sviluppo, che capitalizza tutto il bagaglio di esperienza fin qui accumulato. Infatti, il contesto nel quale si colloca questa nuova programmazione dello sviluppo locale è caratterizzata dalle convinzioni, dall’approccio e dagli strumenti propri dell’impostazione LEADER e cioè un modello di sviluppo dal basso e partecipativo, fondato sull’idea che solo attraverso l’integrazione delle risorse locali e la cooperazione tra gli attori pubblici e privati si possa determinare una crescita economica e sociale condivisa e duratura dell’area.

Questo nuovo ciclo segna dunque una tappa fondamentale nel percorso di rinascita dell’Arneo, terra ricca e generosa, capace di riscoprire e reinventare la propria identità, per proiettarla verso una modernizzazione che ponga in equilibrio tradizione e innovazione.

teatro_nardo

Obiettivi e strategia del PSL “Impresa e innovazione in Terra d���Arneo”

I risultati e le esperienze di sviluppo vissute, unitamente al percorso di ascolto dei bisogni del territorio, messo in campo nella fase di programmazione, hanno consentito di individuare come tema catalizzatore la creazione di nuove attività produttive in settori non agricoli e di servizi al sistema delle imprese e degli enti locali, intorno al quale ruotano la definizione degli obiettivi e della strategia del PSL “Impresa e innovazione in Terra d’Arneo”.

Nel merito, gli obiettivi specifici che si intendono raggiungere per rispondere alle sollecitazioni e alle attese della popolazione locale, dentro un quadro più generale di miglioramento della qualità della vita nelle zone rurali e di diversificazione dell’economia rurale, riguardano:

  • lo sviluppo e la valorizzazione della Terra d’Arneo come luogo dei prodotti di qualità e del turismo d’eccellenza;
  • la creazione di una rete di servizi e di percorsi per la tutela e la fruizione del paesaggio e del patrimonio culturale;
  • lo sviluppo di un sistema complessivo di servizi per rendere più attrattiva l’area per gli abitanti e per i visitatori.

Per perseguire questi obiettivi di sviluppo, la strategia mira a completare le dotazioni produttive e di servizi in modo omogeneo nel territorio, coinvolgendo i nuovi comuni aderenti all’area LEADER, e a organizzare gli interventi secondo reti e aggregazioni settoriali per produrre qualità e una maggiore opportunità di accesso al mercato.

Condividi su:
default
Loading posts...
link_magnifier
#3b3b3b
off
fadeInDown
loading
#3b3b3b
off